Neurite ottica

COS’È?
una infiammazione del nervo ottico che causa cecità acuta mono o bilaterale. Se diagnosticata in tempo e trattata tempestivamente la cecità può essere reversibile.

COME SI MANIFESTA:
Cecità mono o bilaterale con pupilla dilatata (midriasi) non responsiva a stimoli luminosi. In caso d interessamento bilaterale il cane non è in grado di orientarsi e di muoversi senza urtare contro gli oggetti circostanti.

DIAGNOSI:
Oftalmoscopicamente (esame del fondo oculare) è evidente solo la neurite ottica con interessamento della papilla ottica, mentre per la forma retrobulbare (papilla ottica oftalmoscopicamente normale) sono necessari esami strumentali come elettroretinografia per differenziarla dalla SARD) e la risonanza magnetica (RM) per visualizzare il nervo ottico nel decorso retro bulbare.
Entrambe le procedure richiedono una sedazione o anestesia generale. Tuttavia grazie ad una tecnica detta pupillometria fotocromatica è possibile effettuare una prima distinzione tra neurite ottica e SARD durante la visita oculistica. Con uno strumento apposito (pupillometro fotocromatico) si induce il riflesso pupillare con luce rossa e blu a particolari lunghezze d’onda e si valuta la risposta della pupilla dopo ciascuna stimolazione . Questo permette in caso di reperti indicativi di neurite ottica di iniziare una terapia farmacologica tempestiva fondamentale per il ripristino della visione. In questa patologia infatti è necessario per una prognosi favorevole instaurare la terapia il prima possibile dall’insorgenza della cecità (più si attende e minori sono le possibilità di riacquistare la vista).

Bouledogue Francese con cecità acuta monolaterale occhio destro normale.

Notare la papilla ottica dell’occhio sinistro che appare edematosa e sfuocata a causa dell’infiammazione.