Ifema

COSA È
Presenza di sangue nella camera anteriore (spazio tra iride e cornea, anteriormente alla pupilla). Può essere parziale o completo, oscurando in questo caso tutte le strutture intraoculari.

COSA FARE
Valutare se l’occhio interessato è vedente e/o percepisce la luce ed esaminare l’occhio controlaterale (esame del fondo oculare incluso) e la pressione intraoculare. Recente o cronico?

Le cause possono essere:

  • Locali: trauma ottuso o perforazione, uveite, neoplasia intraoculare;
  • Sistemiche: disordini della coagulazione (avvelenamenti da anticoagulanti come il veleno per topi, alterazioni ereditarie dei fattori della coagulazione o secondarie a patologie epatiche e renali), alterazioni ematologiche (sindrome da iperviscosità, trombocitopenia, policitemia) ipertensione sistemica o neoplasie in altri distretti del corpo, infestazioni parassitarie (Erlichia, Riccketsia).

In base all’eziologia o al sospetto clinico si possono eseguire esami del sangue ed urine,misurazione della pressione sistolica massima con Doppler.

In caso di ifema completo è consigliabile un’ ecografia per la valutazione delle strutture intraoculari mascherate dall’emorragia (lussazioni della lente, neoplasie intraoculari, emorragie vitreali o distacchi di retina).

La prognosi per la visione dipende dal coinvolgimento delle strutture interessate dall’emorragia (emorragie vitreali o distacchi di retina) e dal tipo trauma (lesioni corneali, lussazioni o lacerazione della lente, trauma cranico). Nelle fasi acute è importante impostare il più precocemente possibile una terapia per favorire il riassorbimento dell’emorragia ed evitare l’insorgenza di aderenze permanenti tra iride e cristallino (sinechie posteriori) utilizzando colliri cortisonici e cicloplegici. Esiste inoltre la possibilità di iniettare un farmaco fibrinolitico (alteplase) all’interno della camera anteriore per sciogliere il coagulo presente in poche ore.

Breton adulto con lacerazione traumatica corneale. Notare l’impossibilità di visualizzare le strutture intraoculari posteriori alla cornea a causa dell’ifema completo.

Springer Spaniel adulto con esito di trauma oculare (perforazione da pallino di fucile da caccia). Notare ad ore 3 l’opacità corneale (leucoma) determinata dal passaggio del pallino, l’emorragia residua (aree scure all’interno della pupilla) ed il foro pupillare irregolare (discoria) ad ore 3 per le aderenze permanenti con il cristallino (sinechie posteriori).